Articolo scritto da Michele Sergio e pubblicato su il Roma del 04 agosto 2019

È tradizione napoletana quella di acquistare nelle calde domeniche d’estate, nelle migliori gelaterie della città, lo spumone, classico e antico gelato del sud Italia, di origine partenopea ma diffuso in tutto il Sud Italia ed, in particolar modo, nel Salento. Intramontabile dolce semi-freddo della nostra tradizione culinaria, addirittura citato nella celebre canzone di Renato Carosone Io, mammeta e tu: “Jamm’o bar ʼo Chiatamone, vuo’ ʼo cuppetto o vuo’ ʼo spumone?”, ha una forma semi-sferica ed è formato da due strati: il primo più interno, una sorta di mousse all’uovo, il secondo vero e proprio gelato al gusto di crema, fragola, cioccolata, nocciola o caffè.

E’ possibile realizzare questa antica ricetta al gusto di caffè anche a casa. I passaggi sono essenzialmente tre: la realizzazione della mousse, la realizzazione del gelato e, infine, l’ultimo passaggio che consiste nell’unire i due ingredienti creando così lo spumone.

Per la realizzazione della mousse al caffè (il cuore di questo semi-freddo per intenderci) versare in un contenitore 100 gr di albume d’uovo (freddo) e 100 gr di zucchero e frullare con una frusta elettrica per circa 3-4 minuti fino a quando il composto non si presenterà cremoso. Dopo di che aggiungere all’interno nel contenitore 200 g di panna montata e, quindi, mantecare i due composti. Versare, infine, 2-3 tazzine di caffè (freddo) e, dopo averlo mescolato per bene, riporre la mousse al caffè nel freezer.

Il secondo passaggio è preparare il gelato al caffè mettendo in un pentolino (un ingrediente per volta e nel seguente ordine) 200 gr zucchero, 200 gr di panna, 50 gr di burro e 2 tazzine di caffè. Con l’aiuto di un frustino amalgamare tutti gli ingredienti fino a creare una crema di caffè. Contemporaneamente versare 400 grammi di panna liquida in una ampolla e montarla con l’ausilio di una frusta elettrica; una volta che la panna sarà montata aggiungere la crema di caffè che abbiamo realizzato prima e mescolare con l’aiuto di un cucchiaio di legno i due composti fino a fare diventare un solo composto omogeneo. Versare il tutto in un contenitore adatto al freezer e ivi riporlo per circa 12 ore

A questo punto, e siamo alla terza ed ultima fase, prendere una coppetta di forma semisferica e spalmare l’interno di gelato, avendo cura di lasciare spazio nel centro per metterci la mousse al caffè. Chiudere con un coperchio e riporlo nel congelatore per circa 1 ora. Per servirlo basta capovolgere lo spumone e sformarlo dal contenitore.

Non è certamente una ricetta semplicissima ma è il modo migliore per fare felice un napoletano. Offrire, infatti, uno spumone ad un partenopeo è un modo simpatico e dolce per combattere la calura estiva.

Buone vacanze a tutti.